Capitolo 3

Quotidianamente, mi ero detta. Prima promessa andata. La colpa è dei libri, del sonno, delle interrogazioni, della nonna che ha bisogno di me, di troppe cose. Oggi però si ricomincia col piede giusto, niente liceo per due settimane. Molto spesso il tempo mi scappa, come se non riuscissi a stare al suo passo, sempre a rincorrerlo, rischio di non aver più voglia di correre. E allora tutti mi dicono che il tempo non scappa, che bisogna organizzarsi, che non possiamo mai recuperarlo e che non ha senso dire “non ho tempo”. Semplicemente perchè di tempo ce n’è sempre e abbastanza. E’ molto probabile che sia pigra e che tempo per scrivere avrei potuto trovarlo in qualsiasi momento ma il punto è che più cercavo 5 minuti di libertà, più non li trovavo. E che forse il tempo che non scappa abita da chi non deve far nulla. Questo capitolo non è dedicato a qualcosa in particolare, aspetto che la lampadina di accendi. Quando scrivo infatti, ho bisogno che tutto attorno a me sia nel posto giusto, con la musica e la luce giusta. Altrimenti è inutile. Poi i pensieri più belli non arrivano mai quando sono davanti ad un computer, sempre in altri posti, in spiaggia, in campagna oppure al finestrino dell’auto. E lì scorrono fiumi di parole. In quel momento mi sembra che nessuno possa vedermi, e così immagino di trovarmi catapultata in un’altra vita e allora inizio a trovare meraviglioso anche un ciuffo d’erba o un albero che poi tanto particolare non è. Fluttuo in ogni luogo come fosse incantato. Devo essere ispirata, ma non so mai come. Da oggi però potrò avere il tempo di aspettare, osservare, decidere e scrivere ciò che voglio. Ma di tutta questa libertà ne parlerò in un altro capitolo. 

L’immaginazione governa il mondo.

I promised to write every day but it wasn’t possible. The fault is school, sleep and my grandmother who needs me. Today, however, begin the Christmas holidays and I can’t wait to publish new chapters. The problem is that when you are at the computer inspiration dies and I need the sun and fresh air to imagine. I’ll do this for the rest of the two free weeks. but I will start talking about it in the next chapter.                                        Imagination rules the world.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *